Dall’Isola di Fogo, vini che fanno bene all’anima appagando anche il palato

Repubblica di Capo Verde, Isola di Fogo. è da qui che parte l’avventura di Padre Ottavio, missionario dell’AMSES. Che tipo di uomo è Padre Ottavio? Gli abitanti dell’isola di Fogo dicono che non è un uomo; lo definiscono un trattore, anzi, un bulldozer. Si è dovuto rimboccare le maniche per cercare di arginare le molteplici problematiche dell’isola, che vanno dalla forte disoccupazione alla fuga dei giovani verso altri paesi. Attivo dal 1960 sull’isola, Padre Ottavio è stato fondatore, tra gli altri progetti, della modernissima cantina Monte Barro. 2000 m2 di stabilimento per una produzione massima di 230.000 bottiglie di vino all’anno. Data la scarsa e altalenante disponibilità di energia elettrica sull’isola, la cantina si è munita di pannelli solari in grado di alimentarla. Tutto grazie alle generose donazioni raccolte.
Le uve provengono dalla tenuta Vinha Maria de Chaves che è un po’ il fulcro del progetto di Padre Ottavio. 36 ettari di terreno vulcanico tra i 560 e i 920 metri sul livello del mare, sapientemente coltivati con diverse varietà di uva: Muscatel bianco, Chardonnay, Moscato, Muscatel rosso, Tempranillo,  Tourriga National e Aleatico.

Tempo addietro, ho avuto la fortuna di partecipare a una serata in cui Padre Ottavio ha illustrato l’enorme lavoro fatto sull’isola e offerto la possibilità di assaggiare i vini:

Santa Luzia

Vino bianco ottenuto da Muscatel bianco, Chardonnay e Moscato. 6 mesi di affinamento in acciaio per questo vino che unisce una buona componente aromatica a una spiccata sapidità.

 

San Vicente

Vino rosato ottenuto dalla vinificazione di uve a bacca nera come: Muscatel rosso, Tempranillo, Tourriga national e Aleatico. Fermentazione e affinamento (6 mesi) in acciaio. Frutti rossi e fiori caratterizzano una beva fresca ed elegante.

 

Santa Tiago

Vino rosso ottenuto da Muscatel rosso, Tempranillo e Tourriga national. Fermentazione, malolattica e affinamento (6 mesi) in acciaio. Gioca su note di frutta fresca e sentori floreali delicati.

San Filipe

Vino rosso ottenuto da Muscatel rosso, Aleatico, Tempranillo e Tourriga national. Fermentazione, malolattica e affinamento (8 mesi) in acciaio. Uve selezionate per un vino dai decisi sentori di frutta matura, buona alcolicità e acidità.

 

Pico do Fogo

Vino rosso ottenuto da Muscatel rosso, Aleatico, Tempranillo e Tourriga national. Fermentazione, malolattica e affinamento (4 mesi) in acciaio. Viene successivamente affinato per 12 mesi in botti di rovere. Struttura e potenza per un vino che esprime eleganza, complessità e sapidità, con una nota speziata.

 

Per sostenere i progetti di Padre Ottavio basta poco: dalle donazioni al “semplice” acquisto di qualche bottiglia, basta visitare il sito della missione: http://www.amses.it/

 

 

 

Altri articoli che potrebbero interessarti:

Alberto Bracco

Alberto Bracco

Sommelier FISAR, assaggiatore ONAV e bevitore seriale. Nel mondo del vino per lavoro, passione e anche un po' per caso. Seguimi su Vivino o scrivimi una mail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Continuando ad utilizzare il sito, l'utente accetta l'utilizzo dei cookie. / By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. Più informazioni / More info

Le impostazioni dei cookie su questo sito sono impostate per "permettere i cookie" per offrirti la migliore esperienza di navigazione possibile. Se si continua a utilizzare questo sito web senza cambiare le impostazioni dei cookie o si fa clic su "Accetto", allora si acconsente a questa impostazione. The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close