Dall’Isola di Fogo, vini che fanno bene all’anima appagando anche il palato

Repubblica di Capo Verde, Isola di Fogo. è da qui che parte l’avventura di Padre Ottavio, missionario dell’AMSES. Che tipo di uomo è Padre Ottavio? Gli abitanti dell’isola di Fogo dicono che non è un uomo; lo definiscono un trattore, anzi, un bulldozer. Si è dovuto rimboccare le maniche per cercare di arginare le molteplici problematiche dell’isola, che vanno dalla forte disoccupazione alla fuga dei giovani verso altri paesi. Attivo dal 1960 sull’isola, Padre Ottavio è stato fondatore, tra gli altri progetti, della modernissima cantina Monte Barro. 2000 m2 di stabilimento per una produzione massima di 230.000 bottiglie di vino all’anno. Data la scarsa e altalenante disponibilità di energia elettrica sull’isola, la cantina si è munita di pannelli solari in grado di alimentarla. Tutto grazie alle generose donazioni raccolte.
Le uve provengono dalla tenuta Vinha Maria de Chaves che è un po’ il fulcro del progetto di Padre Ottavio. 36 ettari di terreno vulcanico tra i 560 e i 920 metri sul livello del mare, sapientemente coltivati con diverse varietà di uva: Muscatel bianco, Chardonnay, Moscato, Muscatel rosso, Tempranillo,  Tourriga National e Aleatico.

Tempo addietro, ho avuto la fortuna di partecipare a una serata in cui Padre Ottavio ha illustrato l’enorme lavoro fatto sull’isola e offerto la possibilità di assaggiare i vini:

Santa Luzia

Vino bianco ottenuto da Muscatel bianco, Chardonnay e Moscato. 6 mesi di affinamento in acciaio per questo vino che unisce una buona componente aromatica a una spiccata sapidità.

 

San Vicente

Vino rosato ottenuto dalla vinificazione di uve a bacca nera come: Muscatel rosso, Tempranillo, Tourriga national e Aleatico. Fermentazione e affinamento (6 mesi) in acciaio. Frutti rossi e fiori caratterizzano una beva fresca ed elegante.

 

Santa Tiago

Vino rosso ottenuto da Muscatel rosso, Tempranillo e Tourriga national. Fermentazione, malolattica e affinamento (6 mesi) in acciaio. Gioca su note di frutta fresca e sentori floreali delicati.

San Filipe

Vino rosso ottenuto da Muscatel rosso, Aleatico, Tempranillo e Tourriga national. Fermentazione, malolattica e affinamento (8 mesi) in acciaio. Uve selezionate per un vino dai decisi sentori di frutta matura, buona alcolicità e acidità.

 

Pico do Fogo

Vino rosso ottenuto da Muscatel rosso, Aleatico, Tempranillo e Tourriga national. Fermentazione, malolattica e affinamento (4 mesi) in acciaio. Viene successivamente affinato per 12 mesi in botti di rovere. Struttura e potenza per un vino che esprime eleganza, complessità e sapidità, con una nota speziata.

 

Per sostenere i progetti di Padre Ottavio basta poco: dalle donazioni al “semplice” acquisto di qualche bottiglia, basta visitare il sito della missione: http://www.amses.it/

 

 

 

Alberto Bracco

Alberto Bracco

Sommelier FISAR, WSET Advanced in Wines & Spirits, assaggiatore ONAV e bevitore seriale. Nel mondo del vino per lavoro, passione e anche un po' per caso. Seguimi su Vivino o scrivimi una mail

Rispondi