Degustare il Brunello di Montalcino con la bussola in mano

Dopo una serata organizzata da ONAV, sezione di Asti, voglio riproporvi le suggestioni e la chiave di lettura proposta da Andrea Zarattini di Wine-Zone.
Andrea Zarattini oltre a essere un esperto conoscitore di Brunello di Montalcino è uno degli organizzatori (assieme al resto del team Wine-Zone) della manifestazione “barolobrunello” che è diventata un must per gli amanti delle due denominazioni più importanti d’Italia.

La particolarità nella degustazione giuidata da Zarattini stava nel voler fare identificare i diversi Brunello di Montalcino, tutti dell’annata 2013 (tranne un 2012), serviti rigorosamente alla cieca, usando come guida le descrizioni di clima, terreno e caratteristiche dei diversi versanti di Montalcino dai quali questi provenivano. Indicazioni a grandi linee che di solito non amo. Ho già avuto una “brutta esperienza” con il libro di testo del WSET di 3° livello che in poche righe risolveva la questione delle diverse zone del Barolo con un paio di giudizi “tranchant”. Questa volta, però, da “laico del Brunello” ho apprezzato (molto) il fatto che le indicazioni fornite potessero trovare riscontro immediato nel bicchiere.

Di seguito una descrizione schematica dei quattro versanti come da appunti presi durante la serata:

Versante Nord
Clima Le stagioni sono più marcate e la Tramontana influisce di molto sulla temperatura abbassandola.
Terreno Abbastanza fertile, fresco e sciolto con alcune aree sabbiose.
Vino Un Brunello più profumato, di buon corpo con acidità e tannini pronunciati.

Profumi da cercare

  • Garofano
  • Rosa

Versante Sud
Clima I vigneti giacciono in una conca che li ripara dai venti. Le temperature sono più elevate e la pioggia è poco frequente.
Terreno Permeabile e ricco di scheletro e calcare, poco fertile e secco.
Vino Più alcolicità e sentori “meno fini”.

Profumi da cercare

  • Agrumi
  • Fiori secchi
  • Polvere
  • Terra rossa
  • Macchia mediterranea

Versante Ovest
Clima Brezze marine portate dal maestrale influenzano le uve con una nota salmastra
Terreno Grossolano, disgregato e sassoso con talvolta presenza di argilla.
Vino Elegante, intenso e austero

Profumi da cercare

  • Note minerali
  • Note speziate (alloro, ginepro…)
  • Frutti rossi scuri (more, mirtilli…)
  • China

Versante Est
Clima Altitudini elevate con venti che arieggiano la zona.
Terreno Zone di crete, miste alla sabbia e formazioni di calanchi.
Vino Caratteri ampi, intensi, polposi e immediati. Persistenza e calore.

Profumi da cercare

  • Frutta matura o in confettura
  • Viola
  • Cannella

Alla fine, grazie alla guida esperta di Andrea Zarattini, i versanti di provenienza dei diversi Brunello sono stati identificati dalla maggior parte delle persone.
Siete pronti a prendere una bussola e ad andare a caccia di Brunello?

Vini in degustazione

Come già anticipato, tutti i Brunello di Montalcino appartenevano all’annata 2013 tranne uno.

Castello Tricerchi – Brunello di Montalcino 2013
Il Poggione Brunello di Montalcino 2013
Tenute Silvio Nardi Brunello di Montalcino 2013
Col d’Orcia Brunello di Montalcino 2013
Mastrojanni Brunello di Montalcino 2013
Camigliano Brunello di Montalcino 2012

Alberto Bracco

Alberto Bracco

Sommelier FISAR, WSET Advanced in Wines & Spirits, assaggiatore ONAV e bevitore seriale. Nel mondo del vino per lavoro, passione e anche un po' per caso. Seguimi su Vivino o scrivimi una mail

Rispondi