Coravin per i vini spumanti: adesso c’è! Arriva Coravin Sparkling.

Coravin è un’azienda conosciuta già da anni per il suo sistema di conservazione delle bottiglie che permette, grazie a un ago da infilare nel tappo, di spillare il vino senza aprire la bottiglia stessa sostituendo il liquido mesciuto con del gas Argon.
Questo consente di consumare la rimanenza di vino in più occasioni successive nell’arco di svariati mesi.

Una tecnologia che, pur dimostratasi efficace in molti casi (eccezioni dovute a tipologie tappi non particolarmente adatti al sistema), non è mai stata introdotta sui vini spumanti per evidenti limiti tecnici. Questo fino ad oggi. Coravin ha infatti presentato il nuovo Coravin Sparkling.

 

Come funziona

Il sistema è, per forza di cose, differente da quello per vini fermi. Avendo a che fare con bottiglie nelle quali è presente una notevole pressione (circa 5 o 6 bar e comunque non meno di 3,5), forare il tappo non rappresenta una soluzione sicura contando anche che, per farlo, bisogna rimuovere la gabbietta che lo mantiene in posizione.
È per questo che per utilizzare il nuovo Coravin Sparkling sarà necessario aprire la bottiglia di spumante, servirsi della quantità desiderata, introdurre e bloccare l’apposito tappo e iniettare il gas per la conservazione.

Se per quanto riguarda i vini fermi l’Argon, essendo un gas inerte, ha dimostrato ottime proprietà di isolamento del vino dall’ossigeno, nel caso degli spumanti la necessità è di riuscire a mantenere per più giorni l’effervescenza. Per questo, le nuove capsule di gas di Coravin Sparkling sono riempite di CO2 (anziché Argon) che, grazie al tappo dotato di un sistema sicuro di bloccaggio al collo della bottiglia, riesce a mantenere una pressione interna di circa 4 bar.

Il sistema promette di conservare gli spumanti intatti per circa due settimane aprendo di fatto nuove possibilità per quanto riguarda la mescita. Una sola capsula di CO2 dovrebbe bastare per ben 7 bottiglie.

 

Costi del sistema

Coravin Sparkling verrà messo in vendita in estate a un prezzo annunciato di 399$ (compresi due tappi e quattro capsule di CO2). Tappi aggiuntivi verranno venduti a coppia per un prezzo di circa 90$.Cifre non altissime se paragonate ad altri sistemi di conservazione degli spumanti più complessi ma comunque decisamente importanti per l’utenza privata e da calibrare nell’uso in base al valore della bottiglia.

Sarà senz’altro piacevole imbattersi in questo sistema in una ristorazione più attenta agli amanti del vino al calice. A casa, per ora, continuerò nell’enorme sacrificio di vuotare le mie bottiglie di spumante preferite prima che svanisca l’effervescenza.

 

 

Alberto Bracco

Studente WSET Diploma, sommelier FISAR, assaggiatore ONAV e bevitore seriale. Nel mondo del vino per lavoro, passione e anche un po' per caso. Seguimi su Vivino o scrivimi una mail

Rispondi